Porto: il caso di Marisabella a Bari

Continua la battaglia per evitare altre maledettissime colate di cemento e calcestruzzo a Bari, in quell’area portuale che potrebbe ricevere un altro colpo con lavori già finanziati e cantierizzati all’altezza dell’ansa di ‘Marisabella’ [...]
Sette anni fa, infatti, un bel po’ di associazioni e comitati baresi erano già scesi in campo per opporsi proprio a quegli atti ministeriali coi quali si escludeva l’opera della colmata di Marisabella dalla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), considerandoli illegittimi ai sensi Dlgs 152/2006. [...]
L’area duramente contestata dagli ambientalisti sarà destinata a traghetti e merci, con un occhio particolare al traffico croceristico. Si scaverà fino a dodici metri di profondità nei fondali del tratto di bacino per creare un’enorme banchina, permettendo l’ormeggio di navi fino a 300 metri di lunghezza. [...]

— Francesco De Martino

Articolo completo su Quotidiano di Bari

marisabella bari2

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: